Un male peggiore del coronavirus

Esiste un male peggiore del coronavirus che da lungo tempo contamina tutte le persone del mondo, senza eccezioni. Il focolaio fu una coppia e da lì tutti i suoi discendenti, generazione dopo generazione, sono stati contaminati e così l’intera umanità fino ad oggi. Questa malattia si manifésta nell’anima, ma colpisce anche il corpo, la mente, le emozioni, le relazioni interpersonali e alla fine porta alla morte. Si chiama peccato.

Tutto è iniziato in un posto chiamato Giardino d’Eden. Il libro della Genesi racconta questa storia dai capitoli 1 a 3. Dio creò tutte le cose e il primo uomo fu Adamo e la prima donna, Eva. Dio li mise in quel paradiso e lì vissero nell’ordine più perfetto, nulla gli mancava e avevano la presenza costante di Dio, che ogni giorno veniva in quel luogo per stare con loro. Adamo ed Eva avevano a disposizione tutto ciò di cui avevano bisogno.

Ma Dio diede loro un ordine: non potevano mangiare il frutto di un albero, quello della conoscenza del bene e del male, perché il giorno in cui lo avessero mangiato, sarebbero morti. Fu allora che apparve un personaggio, Satana, che offri loro qualcosa di più dell’abbondanza che Dio gli aveva conferito e introdusse nelle loro menti il falso convincimento  secondo cui Dio non era stato corretto con loro. Adamo ed Eva credettero all’inganno di Satana e disobbedirono Dio, così il peccato entrò nel mondo.

Per molte persone questo racconto sembra una sorta di fiaba e può sembrare non avere alcuna importanza nella nostra vita quotidiana, ma non è così. Questo fatto è vero, innanzitutto perché la Bibbia, la Parola di Dio, lo dice. Inoltre, guarda l’umanità: quanta disuguaglianza e sofferenza. Guarda il pianeta, che viene lentamente distrutto a causa dell’avidità dell’uomo. Guarda le persone: come vivono egoisticamente. Guarda te stesso: come vivi nell’angoscia costante, senza una vera pace, hai paura della vita e, soprattutto, della morte. Tutto ciò sono gli effetti del peccato.

Che cos’è il peccato? E’disobbedienza a Dio e avere uno stile di vita che va contro la Sua natura perfetta. Magari alcuni potrebbero negarlo, ma tutti sono stati contaminati da questo male perché la Bibbia dice: “Tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio” (Romani 3:23).

C’è una realtà ancora peggiore: la Bibbia dice che “il salario del peccato è la morte” (Romani 6.23). Ma non solo la morte fisica, il peccato porta la morte spirituale. Cosa significa questa morte? Significa separazione. Quando Adamo ed Eva peccarono la comunione che avevano con il Creatore fu interrotta e da allora erano spiritualmente morti, separati dalla vita con Dio. Quindi, il peccato è: la rottura della comunione con Dio e la caduta dalla Sua presenza di Dio; la limitazione della vita (perché tutti moriranno); ed è l’eterna separazione dal Creatore se il problema non viene risolto.

Tuttavia, c’è una soluzione. Quale? Secondo la Bibbia, il peccato portò a una condanna, la morte, e nella giustizia di Dio la pena dovrebbe essere pagata con la vita. Ma Dio, perché è misericordioso, la convertì accettando che il peccatore offrisse un animale al posto della sua propria vita. Ma questo fu solo per un po’ di tempo, poiché Lui aveva promesso che ci sarebbe un sostituto degno della sua giustizia per morire al posto del peccatore: il Suo proprio Figlio, Gesù.

Perché Lui? Perché era senza peccato, quindi solo Lui poteva soddisfare la giustizia di Dio. Ecco perché la Bibbia dice “Colui che non ha conosciuto peccato, egli lo ha fatto diventare peccato per noi, affinché noi diventassimo giustizia di Dio in lui” (2 Corinzi 5:21).

Molti scienziati stanno cercando di produrre un vaccino in grado di annullare gli effetti dannosi non solo del Cóvid-19, altrimenti moriranno ancora migliaia di persone. Però, un vaccino può salvare vite e consentire alle persone di vivere per molti anni ancora, ma alla fine la morte arriverà. Per tutti. Ma l’antidoto contro il peccato esiste già, ed è Gesù Cristo, e Lui dà la vita che non finirá eternamente.

Quindi devi urgentemente risolvere il problema del peccato nella tua vita perché, proprio come alcuni farmaci non sono efficaci nella lotta contro una particolare malattia, allo stesso modo non servono a niente le misure che non curano il peccato. L’unico rimedio è il sangue di Gesù Cristo, come viene scritto nella Bibbia: “Il sangue di Gesù, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato” (1Giovanni 1.7).

Come lo fai? Innanzitutto ammettiti che sei un peccatore e che sei lontano da Dio. Secondo, pentiti davanti a Dio e credi che Gesù è venuto nel mondo per morire per te e per darti la vita. Poi invitaLo ad entrare nel tuo cuore e a trasformare la tua vita. E per ultimo: fidati della Parola di Dio che dice: “Se dunque uno è in Cristo, egli è una nuova creatura; le cose vecchie sono passate: ecco, sono diventate nuove” (2Corinzi 5.17).

Fai questo oggi, dal profondo del tuo cuore. Non aspettare e non correre il grande rischio della tua esistenza, che è partire all’eternità senza ristabilire il tuo rapporto con Dio attraverso Gesù. Non c’è nessun male peggiore del peccato e nessuna tragedia peggiore della morte eterna, che è la separazione dello spirito dalla presenza di Dio per tutta l’eternità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.