La manna per il 2019

Le benedizioni del 2018 non servirano per il prossimo anno

Esodo 16:14-21

14 e quando lo strato di rugiada fu sparito, ecco sulla superficie del deserto una cosa minuta, tonda, minuta come brina sulla terra. 15 I figli d’Israele, quando l’ebbero vista, si dissero l’un l’altro: «Che cos’è?» perché non sapevano che cosa fosse. Mosè disse loro: «Questo è il pane che il SIGNORE vi dà da mangiare. 16 Ecco quello che il SIGNORE ha comandato: “Ognuno ne raccolga quanto gli basta per il suo nutrimento: un omer a testa, secondo il numero delle persone che vivono con voi; ognuno ne prenda per quelli che sono nella sua tenda”». 17 I figli d’Israele fecero così, ne raccolsero gli uni più e gli altri meno. 18 Lo misurarono con l’omer; chi ne aveva raccolto molto non ne ebbe in eccesso; e chi ne aveva raccolto poco non gliene mancava. Ognuno ne raccolse quanto gliene occorreva per il suo nutrimento. 19 Mosè disse loro: «Nessuno ne conservi fino a domattina». 20 Ma alcuni non ubbidirono a Mosè e ne conservarono fino all’indomani. Quello imputridì e fu infestato dai vermi; e Mosè si adirò contro costoro. 21 Così lo raccoglievano tutte le mattine: ciascuno nella misura che bastava al suo nutrimento; e quando il sole diventava caldo, quello si scioglieva.

 

Cosa c’entra la manna con ciascuno di noi e con la Chiesa Battista di Vigevano? C’è molto da vedere.

 

1) La manna era il cibo che cadeva dal cielo nel deserto. Veniva fornita ogni giorno e gli Ebrei la mangiarono per 40 anni, mentre compivano il viaggio tra l’Egitto e la Terra Promessa. Era la fornitura giornaliera per i figli di Israele e loro potevano aspettare e andare a raccoglierla perché il pane del cielo veniva, Dio non ha lasciato mai mancare. Questo ci fa pensare che possiamo essere sicuri che Dio soddisferà i nostri bisogni nel prossimo anno come ha fatto fino ad oggi.

 

2) Ogni mattina i figli di Israele trovavano la manna e e la raccoglievano. E l’ordine era di raccogliere secondo la necessità di ogni famiglia: chi aveva una grande famiglia ne prendeva di più, chi aveva una piccola famiglia raccoglieva di meno. Cioè: la manna doveva essere raccolta secondo il bisogno di ognuno, quindi nessuno si sentiva insoddisfatto. Come chiesa a Vigevano dobbiamo credere che Dio ci darà ciò di cui abbiamo bisogno nella giusta misura, né più né meno.

 

3) La manna era solo per quel giorno, non poteva essere conservata per il giorno successivo (eccetto ciò che veniva raccolto nel giorno prima del sabato quando nessuno poteva lavorare). La manna presto si deteriorava e non serviva, così doveva essere gettata via. Come chiesa, non possiamo mantenere le benedizioni ricevute quest’anno per il prossimo anno. Quindi, ciò che abbiamo sperimentato nel 2018 non potrà essere usato per essere utilizzato nel 2019. Avremo bisogno di cercare nuove “manna” che il Signore vuole darci.

 

4) Per raccogliere la manna gli israeliti avevano bisogno di lasciare le loro tende, perché la manna cadeva fuori; quindi era necessario che ciascuno facesse la sua parte. Queesto deve essere il nostro atteggiamento: dobbiamo fare la nostra parte se vogliamo sperimentare le benedizioni che il Signore ha per ciascuno di noi e per la Chiesa Battista di Vigevano.

 

L’anno è finito e dobbiamo guardare ai nuovi giorni e alle nuove opportunità che il Signore sta preparando per ciascuno di noi e per la Chiesa Battista di Vigevano nel 2019. Dobbiamo aspettare la nuova “manna dal cielo” e raccoglierla con fede e disposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.